Guarda il video su YouTube!

">

Curiosità

Torna all'elenco curiosità

Differenze tra Guida turistica e Accompagnatore turistico

Intervista a Tosca Rossi, guida turistica e accompagnatrice turistica, che ci spiega la differenza fra queste due professioni.

Guarda il video su YouTube!


D: Ciao puoi presentarti?
R: Ciao, sono Tosca Rossi, abito a Bergamo e sono una guida e un'accompagnatrice turistica regolarmente abilitata.

D: Che cosa fa una guida turistica?
R: Una guida turistica è il primo biglietto da visita di una città o di un territorio per la quale è abilitata. La guida turistica accoglie un gruppo in visita alla propria città, così come anche una coppia, ma anche turisti business o leisure, e li accompagna a visitare i siti più importanti della città e del territorio. Siti che possono essere di rilevanza architettonica, storica, artistica, musei, pinacoteche e tutto quanto riguarda la storia, la cultura, a livello anche enogastronomico, di quello che è il territorio per cui è abilitata.
Nel mio caso, la città e la provincia di Bergamo.

D: Invece quando vieni contattata in qualità di accompagnatrice turistica, qual è il tuo ruolo?
R: Il mio ruolo è quello di essere la referente del Tour Operator, dell'agenzia o comunque dell'organizzazione che ha gestito, organizzato e impostato un tour.
Un tour che può durare da due, a tre, a quattro giorni, anche una settimana. Un tour in cui ci sono diverse fasi in cui tu accogli e accompagni, quindi l'accompagnatore turistico si occupa di accogliere il gruppo in aeroporto, in stazione ferroviaria, di assisterlo durante il viaggio e di conseguenza anche di consigliarlo o comunque di indirizzarlo. È una figura sempre presente, indispensabile, perché il viaggio vada a buon fine, perché ogni singolo viaggiatore, così come anche turista, possa veramente rientrare con una grande esperienza acquisita, e fondamentalmente una grande soddisfazione a cui tu sicuramente partecipi.

D: Dove lavori come guida?
R: La guida turistica guida nella città e nel territorio, in questo caso provinciale, per cui si è abilitata, nel mio caso a Bergamo e provincia.

D: Invece come tour leader/accompagnatrice?
R: L'accompagnatore turistico lavora in Italia, in Europa, nel mondo.

D: Dal punto di vista dell'assistenza al gruppo, che differenze ci sono tra queste due professioni?
R: La guida turistica accoglie il gruppo e lo accompagna, lo guida solitamente per un paio d'ore, nel caso il gruppo scelga di avere un servizio di visita guidata della durata di una mezza giornata, oppure un'intera giornata.
L'accompagnatore invece è una figura professionale che assiste il gruppo e lo accompagna da mattina a sera.

D: Come si fa per diventare una guida o un accompagnatore?
R: In entrambi i casi si deve necessariamente sostenere un esame abilitante che può essere tenuto presso la provincia di competenza, così come anche la regione di competenza.
L'esame consta di una prova scritta che può essere una multi choice, piuttosto che anche a domande aperte, in alcuni casi anche delle piccole elaborazioni di carattere storico-artistico, ma anche tecnico. Una volta superata questa fase si passa alla successiva, una prova orale in lingua straniera cosicché si verifichi subito la competenza linguistica del professionista (guida o accompagnatore) e da lì la prova orale in lingua italiana, sempre che i due step precedenti siano stati superati, che presuppone un taglio specifico diverso in base al fatto che tu sia presente per sostenere l'esame di guida o di accompagnatore turistico.

D: Qual è la dote principale che ritieni debba avere una guida e un accompagnatore?
R: Beh, la passione. La passione per la propria città e per il proprio territorio, anche perché dall'altra parte il gruppo o comunque anche il singolo avvertono questo trasporto e immancabilmente ne vengono coinvolti.

D: Qual è la professione più bella?
R: Quella di guida turistica, sicuramente!

D: E quella più faticosa?
R: Quella di accompagnatore turistico, assolutamente.

D: E come mai?
R: Deve essere molto versatile, deve entrare in empatia, se possibile, con ogni singolo partecipante il gruppo. Bisogna fare in modo, in maniera assoluta, che tutti quanti i partecipanti il viaggio rientrino alle proprie località d'origine con un'esperienza acquisita, con un bagaglio acquisito.

Grazie mille Tosca e complimenti per la tua grandissima professionalità!

Tosca: Vi aspetto a Bergamo, provincia e nel mondo!
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.   Cookie Policy
Ok